QR Code
Home » La Natura » Fauna » Rettili

Ordine Testudines

Famiglia Emydidae

  • Emys orbicularis (Testuggine d'acqua)
    Habitat
    : Di solito si trova in acque ferme (Iaghetti) o in corrente lenta, ricche di vegetazione sommersa e pendente dalle rive. Si incontra anche in paludi e fossi. Sverna sott'acqua, sepolta nel limo, o sotto terra lungo le rive.
    Biologia
    : E' agile sia a terra, dove trascorre le ore diurne termoregolandosi al sole, che in acqua, dove si trova soprattutto la notte o durante le giornate coperte. Spesso resta ferma a pelo d'acqua e sono visibili il collo e la testa. Mangia vertebrati (Pesci, Anfibi e loro larve) ed invertebrati - (molluschi, insetti e crostacei) acquatici. La fregola avviene solitamente in acqua durante la stagione primaverile. Le uova vengono deposte in estate in una buca scavata nel terreno. I piccoli nascono tra la fine di agosto e i primi di settembre.
    Predatori
    : Uccelli acquatici, Rapaci diurni, Volpi e Ratti.
    Problemi di conservazione
    : Specie a rischio di estinzione e per tale motivo inserita nella lista rossa ed in allegato Il della Direttiva CEE 43/92. Essendo strettamente legata agli habitat acquatici è minacciata dalla scomparsa di questi ultimi.

Famiglia Testudinidae

  • Testudo hermanni (Testuggine di Hermann)
    Habitat
    : Abita i più disparati ambienti, sia umidi che asciutti: si trova infatti in territori aridi o pietrosi ricchi di cespugli, nelle dune a vegetazione alofita, ma frequenta anche la macchia, le aree coltivate e gli ambienti boschivi. Sverna in buche del terreno che essa stessa scava ad una certa profondità.
    Biologia
    : E' limitata ad aree con estati calde e la sua attività dipende soprattutto dalla temperatura preferenziale che raggiunge a tarda mattinata, solo allora si muove tra la vegetazione alla ricerca di cibo che costituito da invertebrati (Limacidi, Crostacei, Isopodi) ma anche da tuberi e foglie verdi. L'accoppiamento ha luogo tra aprile e giugno. La femmina depone le uova ellissoidali, provviste di guscio calcareo, in una buca che essa stessa scava, profonda circa 8 cm, e che poi ricopre. I piccoli nascono, di regola in settembre ma sempre in relazione alla temperatura della località di nidificazione.
    Predatori
    : Il Cinghiale, il Maiale, la Volpe ma anche Felini e diversi Uccelli rapaci.
    Problemi di conservazione
    : Specie a rischio di estinzione e per tale motivo inserita nel!a lista rossa ed in allegato Il della Direttiva CEE 43/92. Sottoposta a forti prelievi per collezionismo e commercio. Richiede una elevata eterogeneità ambientale ed è quindi molto sensibile alle trasformazioni territoriali operate dall'uomo, che in genere tendono ad "omogenizzare" gli habitat ed a ridurne la diversità.